TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER
UN TRASPORTO SICURO

INFORMAZIONI DI SERVIZIO

SPEDIZIONI U.S.A. CON SERVIZIO CARGO AEREO

Le compagnie aeree hanno annunciato che la United States Transportation Security Administration (“TSA”) ha emesso unadirettiva di sicurezza per le spedizioni di merce destinate o in transito verso gli Stati Uniti d’America, restringendo il trasporto di merce riconducibile all’Egitto, Somalia, Siria o Yemen.

In base a questa nuova direttiva, le compagnie aeree/vettori che volano per/negli Stati Uniti d’America richiedono una dichiarazione in cui gli spedizionieri devono attestare che avendo esaminato in documenti che accompagnano la merce fornitegli dai mandanti-clienti, l’origine della predetta merce non è Egitto, Somalia, Siria o Yemen, né detta merce è stata trasferita o transitata dai predetti paesi.

Ciò detto, si possa adempiere a questa nuova direttiva di sicurezza TSA nonché fornire alle compagnie aeree le informazioni necessarie per l’esecuzione del trasporto delle vostre merci, siamo a chiedervi un’analoga dichiarazione atta a stabilire che la vostra merce “has not originated in, transferred from or transited through any point in Yemen, Syria, Somalia or Egypt”.

Trattasi di due tipi di dichiarazioni che dovranno essere compilate e firmate alternativamente per ogni singola spedizione (Single Shipment Declaration) che rientra nei casi di questa direttiva oppure compilata un’unica volta (Permanent Shipment Declaration) nel caso in cui questa dichiarazione del mittente debba essere considerata a tutti gli effetti come una dichiarazione permanente per tutte le vostre spedizioni verso gli Stati Uniti.

 

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA FATTURA PRO-FORMA E/O COMMERCIALE

Le spedizioni di merci e materiale non classificabili come “documenti” (es. parti di ricambio, materiale tessile, cataloghi, videocassette, ect.) sono soggette alle normative doganali che prevedono:

  • Fattura pro-forma: nel caso di spedizioni di merce non destinata alla vendita o campioni in visione senza valore commerciale.
  • Fattura commerciale: nel caso di spedizioni di merce destinata alla vendita.
  • Ogni fattura deve essere necessariamente redatta in inglese o comunque riportare la traduzione.
  • Per evitare ritardi doganali è necessario fornire una descrizione dettagliata della merce, evitando espressioni generiche.
  • La fattura commerciale o pro-forma deve prevedere, oltre all’originale, 4 copie, tutte timbrate e firmate in originale.
  • Indicare le informazioni relative al destinatario, includendo il numero telefonico e il codice postale (postale code, Zip Code).

 

TARIFEE PER L’ESPORTAZIONE

Le tariffe vengono calcolate sul “Peso Totale della Spedizione” cioè la somma dei colli che compongono la spedizione che viaggiano con un’unica Lettera di Vettura. Se il peso volumetrico supera il peso reale, la tariffa di spedizione sarà calcolata:

  • Peso Volumetrico in kg = Lunghezza x Altezza x Larghezza in cm / 5000
  • Calcolare il “Peso Totale della Spedizione” sommando il peso di tutti i colli che devono essere inviati allo stesso destinatario, con un’unica Lettera di Vettura Flight 2000 S.r.l.
  • Arrotondare i pesi compresi tra 0 e 70,5 kg al mezzo chilo successivo e i pesi superiori a 71 kg al chilo successivo.
  • Esempio: 2,1 kg = 2,5 kg; 86,2 kg = 87 kg
  • Le tariffe non comprendono costi aggiuntivi per le aree remote.
  • Le tariffe non comprendono tasse. Dove applicabile, l’IVA è calcolata su base standard.

 

SUPPLEMENTI PER SPEDIZIONI IN AGGIUNTA AI COSTI DI TRASPORTO

  • Per far fronte all’oscillare costi/imposte, Flight 2000 S.r.l si riserva il diritto di modificare tariffe e supplementi. Le eventuali variazioni verranno comunicate con preavviso di 30 giorni.
  • Modifica dell’indirizzo di consegna.
  • Fuori misura.
  • Residenziale: consegna a domicilio privato.
  • Consegna fuori zona.
  • Spedizione in contrassegno: Flight 2000 S.r.l accetta spedizioni gravate di contrassegno nell’ambito Nazionale, UE, Svizzera e Norvegia.
  • Servizio di consegna il sabato: supplemento per spedizione, servizio Day Express.
  • Per tutte le spedizioni non consegnabili, si apllicano le spese di ricezione.
  • POD: prova avvenuta consegna con firma del ricevente.
  • Copertura assicurativa aggiuntiva.
  • Codice destinatario errato/mancante per spedizioni in porto assegnato: supplemento applicato a tutte le spedizioni dove non sia indicato un numero di codice cliente, oppure nel caso in cui il numero indicato non sia corretto.
  • Supplemento carburante.

 

ONERI DOGANALI
Gli oneri doganali di esportazione verranno fatturati al destinatario salvo diversa esplicita richiesta da parte del mittente. Eventuali diritti doganali (IVA e Dazi) non pagati dai destinatari (dopo relativi solleciti ) sono da addebitarsi ai mittenti della spedizione.

 

ARTICOLI PROIBITI

In tutti i paesi serviti è proibita la spedizione dei seguenti articoli:

  • Animali vivi
  • Armi da fuoco
  • Articoli di valore eccezionale (per esempio, opere d’arte, oggetti di antiquariato, pietre preziose, oro e argento, ect.)
  • Avorio e oggetti in avorio
  • Bagagli non accompagnati
  • Effetti negoziabili (assegni, contante, ect.)
  • Effetti personali
  • Bevande alcoliche
  • Materiale pornografico
  • Merci/materiali pericolosi (regolamenti IATA/ADR)
  • Merci deperibili
  • Pelli di animali (non domestici)
  • Pellicce
  • Piante
  • Semi
  • Tabacco e prodotti contenenti tabacco

Sono inoltre proibite: spedizioni di merci con vizio inerente, che per loro natura è probabile che sporchino, deteriorino danneggiano persone, merci o apparecchiature; merci il cui trasporto è proibito dalle leggi del paese di origine, di transito o di destinazione (per esempio avorio e oggetti in avorio), merci soggette a diritti di monopolio (per esempio alcolici) o che necessitano di speciali attrezzature o precauzioni ai fini della sicurezza, o permessi. Secondo le leggi vigenti, alcune merci possono essere trasportate soltanto in determinate condizioni, e per certe è proibito il trasporto aereo (per esempio liquidi in contenitori di vetro).

E’ responsabilità del mittente conformarsi alle vigenti leggi o disposizioni governative applicabili in ciascun paese. Le spedizioni sono soggette ad ispezione da parte delle autorità doganali o di altri Enti governativi e, di conseguenza, sono passibili di ritardi.

Ci riserviamo il diritto di rifiutare o sospendere il trasporto di qualunque pacco che non riporti i dettagli della persona da contattare, sia nel caso del mittente che del destinatario, e di merci che, secondo noi, non sono adeguatamente descritte, classificate o imballate ed etichettate in maniera appropriata per il trasporto ed accompagnate dalla documentazione necessaria.

Non effettuiamo il trasporto di nessuna merce che sia proibita per legge o disposizione di qualunque governo federale, statale o locale dei paesi di origine o di destinazione o che possa infrangere qualunque legge sull’importazione ed esportazione o altre leggi, o che metta a repentaglio la sicurezza dei nostri impiegati, agenti e sub-appaltatori oppure i mezzi di trasporto o che, secondo noi, possa sporcare, macchiare o comunque danneggiare altre merci o apparecchiature o che sia economicamente o operativamente non idonea al trasporto.

 

RESTRIZIONI DI SERVIZIO
Flight 2000 S.r.l accetta spedizioni C.O.D. (contante/contrassegno) per le consegne nell’UE, Norvegia, Svizzera.

 

PESI RILEVATI

Flight 2000 S.r.l affida le spedizioni a fornitori che effettuano il controllo elettronico di pesi e misure. Il controllo automatico delle fatture permette di riscontrare la differenza tra i pesi riportati nella LDV/manifest del cliente e la misurazione rilevata dal fornitore. Flight 2000 S.r.l si riserva di applicare in qualsiasi momento la differenza riscontrata.

 

 

 

 

 

 

 

 

MERCI PERICOLOSE

TRASPORTO MERCI PERICOLOSE

Flight 2000 non effettua trasporto di merci considerate pericolose (ADR). La violazione di tale clausola legittimerà Flight2000 a richiedere il risarcimento di tutti i danni, diretti e/o indiretti, anche solo potenziali che possano derivare ai propri dipendenti e/o collaboratori in relazione alla violazione della disposizione sotto riportata, nonché l’interruzione del servizio di trasporto reso:  Il trasporto aereo di merce pericolosa è severamente controllato e regolato.

La normativa fissa specifiche responsabilità per coloro che spediscono merce pericolosa. Le leggi internazionali e del Regno Unito prevedono che le merci pericolose debbano essere trasportate via aerea seguendo i criteri indicati nell’ICAO (International Civil Aviation Organizations) – Istruzioni tecniche per la sicurezza del trasporto via aerea di merci pericolose. Queste regolamentazioni sono legalmente correlate tra loro.

La IATA (International Air Transport Association) produce la sua versione nel documento ICAO, ovvero la Regolamentazione IATA per le Merci Pericolose. Le regolamentazioni sopra indicate definiscono le merci pericolose che possono essere trasportate via aerea e i relativi criteri per l’etichettatura, la documentazione necessaria per il trasporto, tipologia e indicazioni caratteristiche dell’imballaggio, massima quantità trasportabile per singolo collo.

LA MANCATA OSSERVANZA DI QUESTE REGOLE PUO’ DETERMINARE MULTE ELEVATE E, IN CASI ESTREMI, LA RECLUSIONE.

Inoltre, anche il trasporto via terra è regolato sia dalle leggi nazionali che internazionali (ADR – Accord European relatif au trasport international des marchandises Dangereuses par Route).

NELLE CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO FLIGHT 2000 E’ CHIARAMENTE INDICATO CHE FLIGHT 2000 NON EFFETTUA IL TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE.

Più precisamente, l’articolo 2 delle suddette condizioni generali di contratto stabilisce, tra l’altro,alla lettera c, che “ i pacchi non dovranno contenere gli articoli proibiti elencati nella Guida Informazioni al Servizio, a mero titolo esemplificativo, gli articoli di valore eccezionale (quali opere d’arte, oggetti di antiquariato, pietre preziose, gioielli, francobolli, pezzi unici, oro o argento), denaro o effetti negoziabili (quali assegni, cambiali, obbligazioni, libretti di risparmio, certificati azionari o altri titoli) e merci pericolose”.

 

REGOLAMENTO CEE

Regolamento export CE  428/2009

Il nostro obiettivo è quello di offrirvi un servizio eccellente, e assicurarvi che le vostre merci arrivino a destinazione rapidamente e senza sorprese è parte dell’impegno che ci assumiamo.

Per questo motivo desideriamo ricordarvi uno dei regolamenti comunitari a cui è necessario essere conformi in caso di esportazione dai Paesi CEE. Il Regolamento (CE) n. 428/2009 istituisce un regime comunitario di controllo delle esportazioni di prodotti e tecnologie a duplice uso. Con “duplice uso” si intendono quei prodotti che possono avere un utilizzo sia civile sia militare. Qui di seguito la lista delle principali categorie merceologiche interessate:

  1. Prodotti delle industrie chimiche e delle industrie connesse
  2. Materie plastiche
  3. Lavori ceramici
  4. Metalli
  5. Macchine ed apparecchi, materiale elettrico, apparecchi per la registrazione del suono, delle immagini, apparecchi per la televisione e loro parti, macchine per l’elaborazione dell’informazione e loro parti
  6. Materiale da trasporto (veicoli, vetture – navigazione marittima o area) e relative parti
  7. Strumenti di ottica, per fotografia, cinematografia, di misura, di controllo, di precisione e relative parti
  8. Circuiti integrati
  9. Software

Se effettuate spedizioni di prodotti che rientrano nelle categorie sopra descritte, è assolutamente necessario che indichiate nella fattura commerciale che accompagna la spedizione la seguente dichiarazione:

“Ai fini del regolamento CE 428/2009 che istituisce un regime comunitario di controllo delle esportazioni di prodotti e tecnologie a duplice uso, si dichiara che la merce inclusa nel presente documento è costituita da …………( esempio: parti per macchine per la lavorazione delle paste alimentari, etc) e pertanto destinata ad esclusivo uso civile.”

Per maggior informazioni potete contattare il nostro ufficio commerciale.

 

Nuova procedura rimessa documenti doganali (MRN)

Dal 1° luglio 2009 Flight2000 si attiene a quanto previsto dal Regolamento CEE 2454/1993, modificato dal Regolamento CEE 1875/2006. Da tale data pertanto, gli sdoganamenti Export verranno effettuati tramite la presentazione elettronica delle dichiarazioni di esportazione.

Le nuove dichiarazioni di esportazione doganali telematiche potranno esserVi inviate sia in formato cartaceo, sia tramite posta elettronica, non necessitando di ulteriori Visti Doganali. La prova di uscita dallo Stato non sarà più data dal timbro doganale ma potrà essere anche da Voi scaricata elettronicamente digitando il codice MRN (Movement Reference Number precedentemente inviatoVi), il numero della spedizione del vetture utilizzato, seguito dal numero della Vostra fattura nell’apposito link (ecustoms.it) presente nel sito dell’Agenzie delle Dogane (www.agenziadogane.it), dopo aver registrato la vostra azienda.
I vettori, per direttive doganali, potrebbero non inviare gli MRN per le spedizioni inferiori ai 150 euro.

 

TIPI DI IMBALLO

foodg2o

Per salvaguardare la sicurezza delle merci e delle persone che lavorano in magazzino, Vi informiamo che:

  • Al momento del ritiro, se una spedizione non è imballata in modo adeguato, non potrà essere accettata dai nostri partner.
  • Se ritirata, la merce si intende “accettata con riserva” per essere successivamente verificata. Sarete contatti se la spedizione non sarà ritenuta idonea.

Come sempre il nostro primo obiettivo è consegnare le spedizioni dei nostri clienti puntualmente e in perfette condizioni. Il suo referente commerciale è a disposizione per informazioni aggiuntive ed eventuali chiarimenti.

Le scatole riciclate sono meno resistenti, accertati che la scatola sia rigida e in buono stato.

Evita scatole troppo grandi per il loro contenuto, in caso di sovrapposizione di pacchi.
Troppe imbottiture riducono la robustezza dell’imballo, evita anche che siano troppo pesanti, devono essere manovrabili manualmente da una singola persona.

Rimuovi sempre le vecchie etichette, apponi le nuove etichette sulla parte superiore in modo tale che il codice a barre risulti piatto e non piegato lungo il margine

Nessuna sporgenza: gli articoli devono rientrare perfettamente all’interno del pallet senza sporgere oltre il bordo. La merce deve essere protetta adeguatamente con reggia e pellicola avvolgibile.

Assicurati che sia piatto: una superficie superiore piatta rende l’insieme resistente. I pallet non sovrapponibili sono soggetti a sovrapprezzi.

SUPPLEMENTO CARBURANTE

CERTIFICAZIONI

Politica per la Qualità
Flight 2000 s.r.l. considera la qualità un elemento fondamentale per il mantenimento e la crescita dell’azienda sul mercato. Come ulteriore spinta verso la qualità ha adottato il sistema di gestione in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2008, con l’obiettivo di stimolare ulteriormente il coinvolgimento del personale ed i processi di miglioramento. L’azienda fonda le proprie scelte operative su:

Soddisfazione del cliente
L’ottenimento di questo obiettivo significa essere giunti al principale punto di arrivo, che consiste a sua volta in un trampolino di lancio per il miglioramento continuo.

Garanzia di totale trasparenza
Fornire ai clienti l’assoluta garanzia di trasparenza in relazione ai servizi forniti, in modo da rendere il cliente sempre consapevole delle modalità di espletamento del servizio.

Miglioramento dell’immagine
L’ottenimento della piena soddisfazione dei clienti porta determina una immagine positiva sul mercato e la pubblicità favorevole da parte di clienti soddisfatti contribuisce allo sviluppo delle attività.

Miglioramento continuo della qualità
Gli obiettivi sopra esposti, insieme a quelli che nasceranno nel corso della vita della Flight 2000, fanno parte del sistema di gestione per il miglioramento continuo della qualità, metodologia alla base della politica aziendale.

TABELLA E TERMINI INCOTERMS

DDU Reso non Sdoganato

Con la resa DDU il venditore effettua la consegna mettendo la merce a disposizione del compratore, non sdoganata all’importazione e non scaricata dal mezzo con cui vi è stata trasportata, nel luogo di destinazione convenuto, ed eccezione di tutte le incombenze doganali, da sostenere, ove occorra, per importazione del paese di destinazione. Tali incombenze doganali sono a carico del compratore; fanno carico a quest’ultimo anche le spese e i rischi causati dal fatto che egli ometta di sdoganare la merce all’importazione in tempo.

DDP Reso Sdoganato

Con la resa DDP il venditore effettua la consegna mettendo la merce a disposizione del compratore, sdoganata all’importazione e non scaricata dal mezzo con cui vi è stata trasportata, nel luogo di destinazione convenuto. Il venditore deve sopportare le spese e i rischi relativi al trasporto della merce in detto luogo, comprese tutte le incombenze doganali da sostenere ove occorra, per l’importazione nel paese di destinazione.

CFR (C&f) Costo e Nolo
Con la resa CFR il venditore effettua la consegna quando la merce supera la murata della nave nel porto di sbarco. Il venditore deve sopportare tutte le spese necessarie per trasportare la merce fino al porto di destinazione convenuto, ma sin dal momento della consegna i rischi di perdita o di danni alla merce (come pure le spese addizionali causate da fatti accaduti dopo questo momento) si trasferiscono automaticamente al compratore. Nel CFR lo sdoganamento della merce all’esportazione è a carico del venditore.

CIF Costo, Assicurazione e Nolo

Con la resa CIF il venditore effettua la consegna quando la merce supera la murata della nave nel porto di sbarco. Il venditore deve sopportare tutte le spese necessarie per trasportare la merce fino al porto di destinazione convenuto, ma sin dal momento della consegna i rischi di perdita o di danni alla merce (come pure le spese addizionali causate da fatti accaduti dopo questo momento) si trasferiscono al compratore. Nel CIF il venditore deve inoltre fornire un’assicurazione marittima a favore del compratore per rischi di perdita o danno alla merce durante il trasporto.

CIP Tasporto e Assicurazione pagati fino a
Con la resa CIP il venditore effettua la consegna rimettendo la merce al vettore da lui stesso designato ma deve sopportare le spese necessarie perchè la merce sia trasportata al luogo di destinazione convenuto. Ciò comporta che il compratore sopporta i rischi e ogni altra spesa dovuta per fatti accaduti alla merce dopo che questa è stata consegnata. Nel CIP il venditore deve inoltre fornire una copertura assicurativa nei confronti del compratore per rischi di perdita o danno alla merce durante il trasporto. 

FOB Fanco a Bordo

Con la resa FOB il venditore effettua la consegna quando la merce supera la murata della nave nel porto di imbarco convenuto. Il compratore deve conseguentemente sopportare tutte le spese ed i rischi di perdita o di danni alla merce a partire da quel momento. Nel FOB lo sdoganamento della merce all’esportazione è a carico del venditore.

EXW Franco Fabbrica

Con la Resa Franco Fabbrica si intende che il venditore effettua la consegna mettendo la merce a disposizione del compratore nei propri locali o in altro luogo convenuto (stabilimento, fabbrica, deposito, ecc.) non sdoganato per l’esportazione e non caricata sul mezzo di prelevamento. Questo incoterm comporta il livello minimo di obbligazioni per il venditore mentre il compratore deve sopportare tutte le spese e i rischi per prelevare la merce da detti locali.

FCA Franco Vettore

Con la resa FCA si intende che il vettore effettua la consegna rimettendo la merce, sdoganata all’esportazione, al vettore designato dal compratore, nel luogo convenuto. Si faccia particolare attenzione al fatto che il luogo scelto per la consegna è determinante ai fini delle operazioni di caricamento e scaricamento della merce in detto luogo. Se la consegna viene effettuata nei locali del venditore, quest’ultimo è responsabile del caricamento. Se la consegna viene effettuata in altro luogo, il venditore non è responsabile dello scaricamento.

FAS Franco Lungo Bordo

Con la resa FAS il venditore effettua la consegna mettendo la merce sottobordo della nave nel porto di imbarco convenuto. Il compratore deve conseguentemente sopportare tutte le spese ed i rischi di perdita o di danni alla merce a partire da quel momento. Si intende quindi che lo sdoganamento della merce all’esportazione è a carico del venditore.

DAT Delivered at Terminal

Prevede che la consegna si perfezioni con la messa a dispozione della merce, che è stata scaricata dal mezzo, nel terminal convenuto.

FAD Reso Frontiera

Con la resa FAS il venditore effettua la consegna mettendo la merce sottobordo della nave nel porto di imbarco convenuto. Il compratore deve conseguentemente sopportare tutte le spese ed i rischi di perdita o di danni alla merce a partire da quel momento. Si intende quindi che lo sdoganamento della merce all’esportazione è a carico del venditore.

DAP Delivered at Place

La consegna si perfeziona con la merce ancora a bordo del veicolo con cui è stata trasportata e messa a dispozizione dell’acquirente per lo scarico, oltre agli oneri sono escluse le operazioni doganali.

RIMESSA DOCUMENTI DOGANALI

Dal 1° luglio 2009 Flight2000 si attiene a quanto previsto dal Regolamento CEE 2454/1993, modificato dal Regolamento CEE 1875/2006. Da tale data pertanto, gli sdoganamenti Export verranno effettuati tramite la presentazione elettronica delle dichiarazioni di esportazione. Le nuove dichiarazioni di esportazione doganali telematiche potranno esserVi inviate sia in formato cartaceo, sia tramite posta elettronica, non necessitando di ulteriori Visti Doganali. La prova di uscita dallo Stato non sarà più data dal timbro doganale ma potrà essere anche da Voi scaricata elettronicamente digitando il codice MRN (Movement Reference Number precedentemente inviatoVi), il numero della spedizione del vetture utilizzato, seguito dal numero della Vostra fattura nell’apposito link (ecustoms.it) presente nel sito dell’Agenzie delle Dogane (www.agenziadogane.it), dopo aver registrato la vostra azienda. I vettori, per direttive doganali, potrebbero non inviare gli MRN per le spedizioni inferiori ai 150 euro.