Canada: disposizioni doganali

A partire dal 21 settembre 2017. Un accordo storico, CETA (L’acronimo CETA sta per Comprehensive Economic and Trade Agreement, letteralmente “Accordo economico e commerciale globale”) promette di rendere più agevoli ed economiche le esportazioni di beni e servizi tra l’UE e il Canada.
L’accordo ha l’obiettivo di abbassare drasticamente l’importo dei dazi sulle importazioni tra l’UE e il Canada.
Tagliando i dazi doganali a cui sono soggette le aziende, l’accordo rende più convenienti gli scambi commerciali delle aziende europee con il Canada (e viceversa). Qui di seguito l’articolo della Commissione Europea.
Diversamente da molti altri accordi commerciali, il CETA stabilisce che i certificati di origine non saranno rilasciati dalle autorità doganali e che il modello EUR1 (certificato di circolazione) non potrà essere utilizzato come prova di origine della merce. Saranno gli stessi esportatori a rilasciare una “dichiarazione di origine” tramite il cosiddetto sistema degli esportatori registrati (Registered Exporter System – REX). Potete vedere di seguito i dettagli.
Per cominciare a usufruire del CETA dopo la relativa entrata in vigore è necessario richiedere il vostro numero di Esportatore Registrato (REX) compilando il presente modulo da inviare compilato al vostro ufficio doganale. (Informatevi attraverso le autorità doganali del vostro paese riguardo alla possibilità di effettuare la registrazione online). Il numero REX che dovrà essere indicato nella dichiarazione di origine da fornire insieme alla documentazione commerciale che descrive il prodotto. Il prodotto potrà quindi beneficiare del CETA in Canada, sulla base della dichiarazione di origine.
Il CETA è un accordo davvero rivoluzionario e i clienti nell’UE e in Canada potranno usufruire dei vantaggi che ne deriveranno per far crescere la propria attività.